Get Adobe Flash player
Hotel Iulia*** di Vincenzo Morutto

Caffè Trattoria "A. Zentil"
Via Roma, 90
30023- Concordia Sagittaria (Venezia)
Tel 0421-394083
E-mail: info@hoteliuliazentil.it

Canale Youtube – Hotel Iulia
Ultimo video caricato

postheadericon Il consiglio

STORIA – Notizie sulla vita quotidiana di Julia Concordia – Il consiglio cittadino

Nelle città romane, colonie e municipi, esisteva, ad imitazione del senato romano, un consiglio cittadino, chiamato  ORDO DECURIONUM,  diviso in gruppi di dieci  o decurie, i cui membri erano appunto i DECURIONES.  Essi venivano scelti ogni cinque anni tra i cittadini che avevano già esercitato magistrature comunali, che avevano pieni diritti politici e la cittadinanza del luogo.
I decurioni appartenevano, come rango, alla classe degli Equites, i quali occupavano una posizione intermedia tra il patriziato e la plebe. Essi potevano essere espulsi dal consiglio,  o, a seconda della gravità del reato, temporaneamente allontanati, da una sentenza della somma autorità giuridica.
I futuri decurioni, prima di entrare a far parte dell’ordo, se non erano stati duoviri o edili, dovevano almeno aver esercitato la funzione di SCRIBA.
Per entrare nell’ordo  elargivano una certa somma di denaro ed avevano il diritto  non solo di esprimere il loro parere nelle adunanze del consiglio stesso, ma anche quello di partecipare a speciali banchetti pubblici, e di assistere ai pubblici spettacoli da posti riservati. Oltre a tali diritti, erano di loro competenza parecchie prestazioni obbligatorie, chiamate MUNERA,  tra cui le legationes  o ambascerie presso il governo centrale o le città vicine.
Le principali notizie circa il consiglio di Concordia provengono da un’epistola di Frontone ad Arrio Antonino.